Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

I Consiglieri comunali devolvono i gettoni di presenza alla famiglia del carabiniere Mario Cerciello Rega

I Consiglieri comunali devolvono i gettoni di presenza alla famiglia del carabiniere Mario Cerciello Rega
I Consiglieri comunali devolvono i gettoni di presenza alla famiglia del carabiniere Mario Cerciello Rega
Consiglio comunale di lunedì 29 luglio 2019

In apertura al Consiglio comunale di Mirandola che si è tenuto lunedì 29 luglio 2019 è stata approvata all'unanimità dei presenti la proposta del Capogruppo Lega Guglielmo Golinelli di devolvere i gettoni di presenza della seduta del Consiglio del 29 luglio alla famiglia di Mario Cerciello Rega, il carabiniere ucciso a Roma lo scorso venerdì 26 luglio. Durante la seduta è stato dedicato un minuto di silenzio in ricordo del carabiniere.

In seguito è stato approvato a maggioranza il quinto punto all'ordine del giorno, inerente alla presentazione, discussione ed approvazione delle linee programmatiche relative alle azioni ed ai progetti da realizzare durante il mandato politico-amministrativo 2019/2024.

Il sesto punto "Definizione degli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune presso enti, aziende ed istituzioni da parte del Sindaco" è stato approvato a maggioranza.

Il punto relativo alla salvaguardia degli equilibri di bilancio con assestamento generale del bilancio di previsione 2019/2021 ed adeguamento del Documento Unico di Programmazione 2019/2021 è stato approvato a maggioranza, così come l'argomento sullo stato di attuazione dei programmi anno 2019 ed aggiornamento del Documento Unico di Programmazione 2019/2021.

Approvati a maggioranza anche la mozione avente ad oggetto "Sanità territoriale" ed il punto su "Nomina di un nuovo componente del collegio dei revisori dei conti, in sostituzione di un membro dimissionario e adeguamento del compenso del collegio dei revisori dei conti".

La mozione in merito alla registrazione con webcam delle adunanze del Consiglio comunale per permettere ai cittadini di assistere tramite internet è stata emendata ed in seguito approvata all'unanimità.