Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

FASE DI ATTENZIONE PER GELO

FASE DI ATTENZIONE PER GELO
FASE DI ATTENZIONE PER GELO
FINO ALLE ORE 14:00 DI SABATO 14 GENNAIO 2017

INFORMAZIONE ALLA POPOLAZIONE (art. 12 L. n. 265/1999)

Come da mail del Servizio Regionale Protezione Civile, si comunica che è stata attivata la FASE DI ATTENZIONE dalle ore 00.00 circa di venerdì 13 gennaio 2017 e fino alle ore 12.00 circa di sabato 14 gennaio 2017.

 Previsione/Evento: GELO / PIOGGIA CHE GELA 

Si consiglia di:

  •  di  prestare particolare  attenzione nella circolazione stradale e, in specie, nell’affrontareisottopassi di:Via I° Maggio, Via Agnini e nuova Bretella da Via Casarino a Via Galeazza,aSan Felice  S/Panaro;diVia Valli(Cristo di Quarantoli), Via Imperiale (Mortizzuolo), Via Pinzone (Tramuschio), Via Dosso, Via San Martin Carano e Via Mercadante,  a Mirandola (possibili infiltrazioni di acqua che, poi, gelando, forma lastre di ghiaccio);
  •  di prestare la stessa peculiare  attenzione nella circolazione stradale, anche nell’affrontare le rampe di accesso dei Ponti/Cavalcavia di: Via Mazzone (vicino a Mortizzuolo), Via Imperiale Mortizzuolo (vicino al Ristorante Fiasco); Via Unità d'Italia (Tangenziale Anas), Via Santa Liberata e Via Diavolo, a Mirandola; Ponte di Via S. Felice SP 568 in direzione Crevalcore, a Camposanto; ; Ponte Passo Cà Bianca SP Via Panaria Bassa, in direzione Casoni, Ponte centro abitato Via per Modena, in direzione Alberone, Ponte Nuovo (Tangenziale Nord); San Lorenzo di fine Viale Cimitero, in direzione Polo Industriale; Vie Selvabella/Argine Destro Panaro (Ponte Foscaglia) a Finale Emilia; Ponte Motta via Cavour/SP 468 in direzione Carpi, a Cavezzo; Cavalcavia ferroviario SP 468, a S. Felice; Ponte S. MartinoVia Olmo in direzione Carpi, a S. Prospero; Ponte Pioppa Via Matteotti/SP11 in direzione Rovereto e Carpi, a S. Possidonio; Ponte Secchia SP 8 in direzione S. Giovanni/Novi, a Concordia;
  •  limitare gli spostamenti non indispensabiliportando a bordo catene, torcia, coperte e acqua potabile;
  •  moderare sempre la velocità aumentando contestualmente la distanza di sicurezza;
  • segnalare ai Servizi Sociali del proprio Comune e/o di quello di domicilio, eventuali persone indigenti e/o senza fissa dimora;

 

  • mettere in atto le predefinite misure di auto protezione (v. Direttiva regionale 9183/2014, di informazioni/raccomandazioni per la mitigazione del rischio temporali e fenomeni associati, oltre al Bollettino di monitoraggio, pubblicati sui link regionali;

protezionecivile.regione.emilia-romagna.it/servizi/allerte-avvisi-protezione-civile
www.arpa.emr.it/sim/external/centrofunz/ultimo_bollettino-avviso.php) seguendo l'evolversi degli eventi in tempo reale consultando i siti ARPAE:
www.arpae.it/dettaglio_generale.asp?id=3256
www.arpae.it/sim/?osservazioni_e_dati/radar

In casi di ritenuto grave e diffuso pericolo per la privata e la pubblica incolumità, la cittadinanza potrà richiedere l’intervento dei Vigili del Fuoco (115) o di altre forze di pubblico soccorso e sicurezza.                                                                                 

IL SERVIZIO DI  PROTEZIONE CIVILE UCMAN

Responsabile Protezione Civile Unione Comuni Modenesi Area Nord (UCMAN)
Capo Servizio Protezione Civile-Sicurezza Pubblica Edilizia e Termica Comune di Finale Emilia (MO) 

Marco Dott. Cestari
Via MonteGrappa,6
0535-788481