Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

CORONAVIRUS APERTURA UFFICI POSTALI DEL TERRITORIO PER EROGAZIONE PENSIONI

CORONAVIRUS APERTURA UFFICI POSTALI DEL TERRITORIO PER EROGAZIONE PENSIONI
CORONAVIRUS APERTURA UFFICI POSTALI DEL TERRITORIO PER EROGAZIONE PENSIONI
Il pagamento avverrà dal 27 aprile al 2 maggio 2020. Giorni ed orari di apertura degli uffici postali del capoluogo e delle frazioni. Resta attiva la convenzione tra Poste Italiane e Carabinieri

Prosegue l’impegno di Poste Italiane nell’assicurare l’erogazione dei propri servizi nel rispetto delle disposizioni normative in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Come già avvenuto lo scorso mese, l’erogazione delle PENSIONI anche negli uffici postali sul territorio comunale sarà anticipata, a partire dal giorno 27 di aprile fino al 2 maggio.

Per gli Uffici Postali di, CIRCONVALLAZIONE OVEST 79 A MIRANDOLA e STRADA STATALE SUD 267 A SAN GIACOMO RONCOLE, aperti 5 giorni su 5, il pagamento avverrà secondo le seguenti modalità:

I cognomi:  Dalla A alla B lunedì 27 aprile dalle 8.20 alle 13.35

                     Dalla C alla D martedì 28 aprile dalle 8.20 alle 13.35

                     Dalla E alla K mercoledì 29 aprile dalle 8.20 alle 13.35

                     Dalla L alla P giovedì 30 aprile dalle 8.20 alle 13.35

                     Dalla Q alla Z sabato 2 maggio dalle 8.20 alle 12.35

 

Per tutti gli Uffici Postali aperti in un’unica giornata in tutta la settimana, il pagamento sarà effettuato a tutte le lettere nella stessa giornata secondo le seguenti modalità:.

Ufficio Postale sito in VIA VALLI 324 A GAVELLO sarà aperto il 27 Aprile dalle 8.20 alle 13.35

Ufficio Postale sito in VIA SILVANO MANICARDI 3 A QUARANTOLI sarà aperto il 29 Aprile dalle 8.20 alle 13.35

Ufficio Postale sito in VIA VALLI 533 A SAN MARTINO SPINO sarà aperto il 30 Aprile dalle 8.20 alle 13.35

Ufficio Postale sito in VIA MAZZONE 182 A MORTIZZUOLO sarà aperto il 2 maggio dalle 8.20 alle 12.35

 

Resta attiva la convenzione stipulata tra Poste Italiane e l’Arma dei Carabinieri, in base alla quale i pensionati di tutto il Paese di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli uffici postali e che riscuotono normalmente la pensione in contanti, potranno richiedere, delegando al ritiro i Carabinieri, la consegna della stessa pensione a domicilio per tutta la durata dell'emergenza da Covid-19, evitando così di doversi recare negli Uffici postali.

Sono state adottate diverse misure di sicurezza, tra cui la procedura di sanificazione e l'installazione di pannelli schermanti in plexiglass in tutte le postazioni di front-office non dotate di vetro blindato, nonché il posizionamento di strisce di sicurezza idonee a garantire il distanziamento interpersonale, a tutela sia della clientela che dei dipendenti di Poste Italiane.

Ulteriori informazioni sulle giornate di apertura sono disponibili anche sul sito aziendale www.poste.it e al numero verde 800.00.33.22.

Per tutti gli altri servizi erogati da Poste Italiane, si invita la popolazione però a recarsi presso gli Uffici Postali solo per il compimento di operazioni essenziali ed indifferibili, in ossequio alla recente normativa nazionale che ha quale obiettivo primario quello di guidare tutto il Sistema Paese verso una limitazione della diffusione del virus sul territorio nazionale.