Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

Segnalazione Certificata di Inizio Attività - SCIA

E' un titolo abilitativo previsto dall'art. 13 della L.R. 15/2013 come modificata ed integrata dalla L.R. N° 12/2017

Deve essere presentata, dal proprietario o avente titolo ad intervenire sull'immobile,  preventivamente alla realizzazione di:

a) gli interventi di manutenzione straordinaria e le opere interne che non presentino i requisiti di cui all’articolo 7, comma 4, lett. a);

b) gli interventi volti all’eliminazione delle barriere architettoniche, sensoriali e psicologico-cognitive come definite all’articolo 7, comma 1, lettera b), qualora interessino gli immobili compresi negli elenchi di cui alla Parte Seconda del decreto legislativo n. 42 del 2004 o gli immobili aventi valore storicoarchitettonico, individuati dagli strumenti urbanistici comunali ai sensi dell’articolo A-9, comma 1, dell’Allegato della legge regionale n. 20 del 2000, qualora riguardino le parti strutturali dell’edificio e comportino modifica della sagoma e degli altri parametri dell’edificio oggetto dell’intervento;

c) gli interventi restauro scientifico e quelli di restauro e risanamento conservativo che non presentino i requisiti di cui all'art. 7, comma 4, lett.a);

d) gli interventi di ristrutturazione edilizia di cui alla lettera f) dell’Allegato, compresi gli interventi di recupero a fini abitativi dei sottotetti, nei casi e nei limiti di cui alla legge regionale 6 aprile 1998, n. 11 (Recupero a fini abitativi dei sottotetti esistenti);

e) il mutamento di destinazione d’uso senza opere che comporta aumento del carico urbanistico;

e bis) le opere pertinenziali non classificabili come nuova costruzione, ai sensi della lettera g.6) dell’Allegato, che non presentano i requisiti di cui all’articolo 7, comma 4, lettera c bis);

f) l’installazione o la revisione di impianti tecnologici che comportano la realizzazione di volumi tecnici al servizio di edifici o di attrezzature esistenti;

g) le varianti in corso d’opera di cui all’articolo 22;

h) la realizzazione di parcheggi da destinare a pertinenza delle unità immobiliari, nei casi di cui all’articolo 9, comma 1, della legge 24 marzo 1989, n. 122 (Disposizioni in materia di parcheggi, programma triennale per le aree urbane maggiormente popolate nonché modificazioni di alcune norme del testo unico sulla disciplina della circolazione stradale, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 15 giugno 1959, n. 393);

i) gli interventi di nuova costruzione di cui al comma 2.


utilizzando la modulistica scaricabile dalla presente pagina completa della documentazione richiesta nei moduli e corredata del versamento del  contributo di costruzione quantificato in base all'intervento edilizio oggetto a SCIA, se dovuto.

I costi da sostenere al momento della presentazione della SCIA sono:

se la SCIA è comprensiva di eventuali pareri già acquisiti da altri enti: € 62,00

se la SCIA è comprensiva solamente di autocertificazioni le quali necessitano di verifiche:  € 323,00

Costo di costruzione anno 2017

Valori di monetizzazione anno 2017

Diritti di segreteria anno 2017

Con atto di C. C. n° 159 del 28/11/2014, l'Amministrazione Comunale ha recepito la nuova Modulistica edilizia unificata regionale, come modificata integralmente dal 1 luglio 2017 e scaricabile dal portale Web della Regione Emilia Romagna di seguito riportato:

http://territorio.regione.emilia-romagna.it/codice-territorio/semplificazione-edilizia/modulistica-unificata-regionale

Per la compilazione dei modelli ISTAT si deve accedere al sito:

https://indata.istat.it/pdc/

Relativamente alla Istanza di Autorizzazione e alla Denuncia di deposito del Progetto riguardante le strutture di cui alla L.R. 19/2008, l’ammontare delle somme dovute, ai sensi dell’art. 20 della L.R. n. 19 del 2008, a titolo di rimborso forfettario delle spese per lo svolgimento delle attività istruttorie è individuato nella tabella allegata alla D.G.R. N° 1126 del 27/07/2011 che può essere scaricata dalla presente pagina. La delibera contiene anche tutte le informazioni necessarie per effettuare i versamenti e  il modulo per la richiesta di rimborso. Il versamento del rimborso forfettario per le spese di istruttoria è effettuato sul conto corrente postale n. 367409 intestato a Regione Emilia-Romagna Presidente Giunta Regionale e deve riportare la causale "L.R. n. 19 del 2008 - Rimborso forfettario per istruttoria della progettazione strutturale" oltre alle indicazioni necessarie ad individuare inequivocabilmente la pratica cui si riferisce il versamento stesso.