Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

Servizi Residenziali e Semiresidenziali

Servizi Residenziali e Semiresidenziali
Sono rivolti agli anziani residenti nel Comune di Mirandola.

Servizi Residenziali

CASE RESIDENZA: strutture che accolgono anziani non autosufficienti, aventi più di 65 anni di età, con bisogni assistenziali di diversa intensità, sia fisica che cognitiva, la cui permanenza a domicilio non è più possibile.

I Servizi garantiscono: assistenza tutelare,sanitaria e servizi di socializzazione.

L'accoglienza in casa residenza può essere definitiva o temporanea.

Le Case Residenza all'interno dell'Unione Comuni Area Nord sono le seguenti:

Casa Residenza C.I.S.A-  Mirandola

Villa Rosati - Cavezzo

Villa Richeldi - Concordia

Casa Residenza - Finale Emilia

Casa Residenza Augusto Modena - San Felice sul Panaro

Si accede esclusivamente attraverso colloquio e formulazione della domanda all'Asssistente Sociale del Comune di residenza dell'anziana/o.

I documenti per occorrono per formalizzare la domanda sono:

  • dichiarazione ISEE dell'anziano che può essere richiesta ai patronati/sindacati/CAFF del territorio;
  • dichiarazione ISEE dell'eventuale coniuge e figli dell'anziano.


COMUNITA' ALLOGGIO: struttura di ridotte dimensioni, destinata di norma, ad anziani e, comunque, a persone che non sono più in grado di condurre una vita autonoma al proprio domicilio. 

Sono preenti all'interno del Comune di Mirandola, Camposanto e San Possidonio.

Possono accedere:

  • gli anziani autosufficienti o parzialmente autosufficienti residenti nel territorio dell'Unione dei Comuni Area Nord;
  • adulti che, per particolari condizioni psico-fisiche, necessitano di una vita comunitaria, purché, le condizioni di salute siano tali da non interferire con le esigenze degli utenti anziani e non impediscano la normale convivevnza.

Si accede esclusivamente attraverso colloquio e formulazione della domanda all'Asssistente Sociale del Comune di residenza dell'anziana/o.


MICRORESIDENZE: unico complesso abitativo formato da diverse unità (monolocali e bilocali) collegate tra loro da spazi condivisi.

Queste soluzioni consentono agli ospiti di rimanere in un contesto domiciliare controllato e protetto che assicuri sia interventi assistenziali programmati che di pronto intervento. 

Sono presenti all'interno del Comune di Mirandola, San Felice e Medolla.

Possono accedere:

  • anziani, soli, in coppia o con familiari, facenti parte dello stesso nucleo in condizioni di disabilità o disagio;
  • disabili con capacità di condurre una vita autonoma con il supporto dei servizi;
  • persone, anche di età inferiore ai 65 anni esposte al rischio di abbandono e/o isolamento, in condizione di bisogno con un progetto educativo, purchè le condizioni psico-fisiche siano tali da non interferire con le esigenze degli altri ospiti.

Si accede esclusivamente attraverso colloquio e formulazione della domanda all'Asssistente Sociale del Comune di residenza dell'anziana/o.

 

APPARTAMENTI PROTETTI / ALLOGGI CON SERVIZI:  unità abitative autonome, ammobiliate, che possono essere inserite in una residenza comunitaria eventualmente integrate da spazi comuni oppure adiacenti ad altri servizi socio assistenziali.

Questo tipo di servizio ha come obiettivo quello di conciliare il bisogno di privacy ed autonomia dell'ospite offrendo un ambiente adeguato e funziaonale anche per le persone che necessitano dell'assistenza continuativa di un assistente familiare.

Sono presenti all'interno del Comune di Concordia e San Felice S/P.

Possono accedere:

  • anziani, soli, in coppia o con familiari, facenti parte dello stesso nucleo in condizioni di disabilità o disagio anche con necessità di assistenza continuativa che può essere garantita o dal familiare stesso o da un'assistenza privata;
  • disabili con capacità di condurre una vita autonoma con il supporto dei servizi sia con necessità di assistenza continuativa che può essere garantita da un familiare o da un'assistenta privata;
  • persone, anche di età inferiore ai 65 anni esposte al rischio di abbandono e/o isolamento, in condizione di bisogno con un progetto educativo e/o di autonomia, purchè le condizioni psico-fisiche siano tali da non interferire con le esigenze degli altri ospiti.

Si accede esclusivamente attraverso colloquio e formulazione della domanda all'Asssistente Sociale del Comune di residenza dell'anziana/o.

 

Servizi Semiresidenziali / Centri Diurni

Strutture semiresidenziali che forniscono accoglienza diurna a persone anziane in condizioni di parziale autosufficienza o con  un livello di autonomia ridotto a causa di problematiche di natura fisica e/o psichica, che necessitano di supervisione, tutela, sostegno e aiuto nello svolgimento di alcune delle attività di vita quotidiana.

I servizi offerti sono volti alla risocializzazione, riattivazione, valorizzazione e mantenimento delle capacità residue delle persone anziane.

Sono presenti all'interno del Comune di Cavezzo, Concordia, Massa Finalese, Medolla, Mirandola.

Possono accedere anziani, con più di 65 anni d'età, parzialmente non autosufficienti.

Si accede esclusivamente attraverso colloquio e formulazione della domanda all'Asssistente Sociale del Comune di residenza dell'anziana/o.

Alla richiesta seguirà l'attivazione di un percorso finalizzato a valutare l'idoneità del progetto e l'inserimento dell'anziana/o nell'apposita graduatoria.

Il documento che occorre per formalizzare domanda è la dichiarazione ISEE dell'anziano per cui si chiede l'inserimento al centro diurno che può essere richiesta ai patronati/sindacati/CAAF del territorio.

 

Ricovero di sollievo

Sono progetti di assistenza ed inserimento temporaneo presso le case residenza del distretto.

Sono finalizzati al supporto delle famiglie dell'anziana/o nei periodi di ferie o di assenza di casa, quindi per un periodo di tempo circoscritto e programmato.

Durante il periodo di sollievo a tutti gli anziani vengono garantiti i servizi di assistenza tutelare, sanitaria e servizi di socializzazione.

Possono accedere anziani, con più di 65 anni d'età, non autosufficienti o parzialmente non autosufficienti.

Si accede esclusivamente attraverso colloquio e formulazione della domanda all'Asssistente Sociale del Comune di residenza dell'anziana/o.

La possibilità di usufruire del servizio è vincolata alla disponibilità limitata di posti.

Il costo prevede una retta giornaliera pari a €. 26,50 per un massimo di 30 giorni in un anno solare.