Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

Aree PMAR

Aree PMAR

A seguito degli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012, il Comune di Mirandola attraverso emanazione di Ordinanze Regionali, ha messo in atto misure di assistenza alla popolazione per andare incontro alle esigenze e bisogni nuovi ed emergenti la situazione di ermergenza.

Nello specifico, questa Amministrazione, per aiutare i cittadini, che a seguito del sisma, la loro abitazione è stata resa inagibile, si è deciso di creare apposite aree modulari provvisorie, i quartieri PMAR.  Consitono in moduli abitativi provvisori, concessi in comodato d'uso, completi di arredi. Nel terreritorio comunale sono state previste 4 aree PMAR:

  • quartiere Mazzone (comparto A-B-C-D)
  • quartiere 29 Maggio (comparto E)
  • quartiere Giolitti (Comparto F)
  • quartiere Tucci ( Comparto G)

 

Le assegnazioni dei moduli abitativi provvisori sono stati assegnati nell'anno 2012-2013, alle famiglie che ne avevano presentato richiesta, ma a seguito di un'attenta valutazione sociale.

I moduli abitativi provvisori installati sono stati n.263,  gli assegnati n. 231, sistemati n.715 cittadini.

Le famiglie che ad oggi, mantengono il diritto a continuare ad usufruire dei moduli abitativi sono coloro che rientreranno nelle loro abitazioni all'epoca del sima, sia che esse siano proprietarie o affittuari.

Per le restanti famiglie, sono da tempo in atto, percorsi di assistenza all'uscita dal modulo abitativo, valutate dal Servizio Sociale, cercando di andare incontro alle esigenze oggettive del nucleo stesso.

Il giorno 4 aprile 2014 e 22 giugno 2015 si è provveduto alla chiusura e smantellamento, rispettivamente del quartiere Tucci e 29 Maggio.

Ad oggi restano abitati solo in parte il quartiere "Mazzone" e "Giolitti". La chiusura di queste aree è prevista entro l'anno 2016.