Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

Voto degli elettori con problemi di salute

Gli elettori con problemi di salute possono ricorrere, a seconda dei casi, al voto assistito con accompagnatore o al voto domiciliare. Gli elettori ricoverati presso l'Ospedale o la Casa portetta C.I.S.A., possono esprimere il proprio voto presso tali strutture.

VOTO ASSISITITO
Gli elettori affetti da infermità tali da non consentire l’autonoma espressione del suffragio e che necessitano l’assistenza in cabina di un accompagnatore di fiducia per poter esprimere il proprio voto, possono ottenere tale agevolazione nei seguenti modi:
1.    ad ogni nuova votazione possono presentarsi al seggio con il certificato medico rilasciato dall’AUSL, Servizio di Medicina legale/Igiene Pubblica, per poter esprimere il proprio voto con un accompagnatore;
2.    gli elettori che si trovano permanentemente nelle condizioni di non poter esprimere il proprio voto in modo autonomo, possono rivolgersi al Comune per farsi apporre sulla Tessera Elettorale un timbro che da diritto di esprimere il proprio voto con un accompagnatore, senza dover presentare ogni volta al Seggio Elettorale nuovi certificati medici o altra documentazione.
Gli interessati, per poter ottenere tale agevolazione, devono presentarsi presso l’Ufficio Elettorale del Comune di Mirandola, consegnando, oltre alla Tessera Elettorale, anche uno dei seguenti documenti:
-    Certificato rilasciato dal Servizio di Medicina legale/Igiene Pubblica, che dichiari che l’elettore è impossibilitato in modo permanente ad esercitare autonomamente il diritto di voto (l’impedimento deve essere riconducibile alla capacità visiva dell’elettore oppure al movimento degli arti superiori, dal momento che l’ammissione al voto assistito non è consentito per le infermità che non influiscono su tali capacità ma che riguardano la sfera psichica dell’elettore). Il certificato è rilasciato previa visita prenotabile al CUP, farmacie o numero verde 800 239123.
-    Per gli elettori non vedenti: libretto nominativo di pensione nel quale sia indicata la categoria "ciechi civili" ed il numero attestante la cecità assoluta (numeri di codice o fascia: 06, 07, 10, 11, 15, 18, 19).
La richiesta all’Ufficio elettorale del Comune può essere presentata direttamente dall’interessato o anche da una terza persona, anche non parente, in possesso di un documento di identità valido.
L’Ufficio Elettorale applicherà sulla Tessera, nella parte interna sinistra, a fianco dello spazio per i timbri del seggio elettorale, l’apposito timbro “AVD con la firma del funzionario incaricato.

Il certificato medico può essere richiesto anche in uno degli ambulatori e nei giorni ed orari indicati nella seguente tabella

Nella giornata del voto, domenica 17 aprile, presso la sede municpale di via Giolitti n.22, sarà presente dalle ore 11:00 alle ore 12:00 un medico dell'AUSL per il rilascio dei certificati per il voto assistito.

VOTO DOMICILIARE
Gli elettori affetti da grave infermità o che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, o affetti da gravissime infermità tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l’ausilio del trasporto pubblico che i comuni organizzano in occasione delle consultazioni elettorali, possono avvalersi del voto domiciliare.
Per poter accedere al voto domiciliare deve essere fatta richiesta in carta libera ed entro il 28/03/2016, al Sindaco del Comune, allegando la certificazione sanitaria rilasciata dal funzionario dell’AUSL (Il certificato viene rilasciato dalla Medicina legale di Modena, previa visita domiciliare da prenotare contattando il n. 059 3963150 dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:00 e il martedì pomeriggio dalle 15:00 alle 17:00. email medicinalegale@ausl.mo.it, fax 0593963498).
Il voto verrà raccolto presso il domicilio dell’elettore nella giornata del voto, dal Presidente di seggio e da due membri del seggio medesimo.