Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

Modalità per la celebrazione dei matrimoni e delle unioni civili presso le sedi comunali

Le presenti modalità, approvate dalla Giunta comunale con delibera n.65 del 21/05/2015, modificata con delibera n. 120 del 28/07/2016, disciplinano le modalità di organizzazione dei matrimoni e delle unioni civili si celebrano in Comune.

La celebrazione del matrimonio e dell’unione civile è attività istituzionale garantita ai cittadini così come previsto dal Codice Civile, dalla Legge n.76/2016 e dal vigente Regolamento di Stato Civile (D.P.R. 396/2000). Essa ha luogo nel giorno indicato dalle parti e concordato con l’Amministrazione Comunale e si svolge nelle sale indicate dal provvedimento deliberato dalla Giunta comunale, all’interno dell’orario di servizio al momento in vigore, o nei giorni ed oraridiversamente indicati dal provvedimento stesso.

La richiesta, affinché il matrimonio venga celebrato in questo Comune deve essere presentata, oltre che all’Ufficiale di Stato Civile competente alla celebrazione, anche all’Ufficiale di Stato Civile di questo Comune.

La richiesta non deve essere generica ma deve contenere l’indicazione dei motivi di necessità o di convenienza per i quali viene chiesto di procedere alla celebrazione in questo Comune e non in quello previsto dall’art.106 del Codice Civile.

Tra le motivazioni di necessità e di convenienza per far luogo alla celebrazione in questo Comune, ai sensi dell’art. 109 del Codice Civile, non rientrano:

  1. I diversi orari in cui il Comune competente alla celebrazione o altri Comuni consentono la celebrazione del matrimonio;
  2. L’Indisponibilità temporanea del Comune competente alla celebrazione del matrimonio

Luogo della celebrazione

Il matrimonio e l’unione civile sono celebrati pubblicamente, su domanda degli interessati nella Sala Consigliare, nella Sala Giunta e nell’Ufficio di Stato Civile della Sede Comunale di via Giolitti n.22;

La celebrazione fuori dalla casa comunale e dai luoghi autorizzati può avvenire solo nei casi previsti dall'art. 110 del Codice Civile.

Richiesta della celebrazione

La richiesta di celebrazione si presenta presso l'ufficio di Stato Civile compilando apposita  domanda.

La domanda dovrà contenere le generalità dei richiedenti, la data e l'ora del matrimonio o dell’unione civile, e dovrà  essere preceduta dalle regolari pubblicazioni di matrimonio, come previsto dall'art. 50 e segg. del D.P.R. n.396/2000, o dalla presentazione della richiesta di unione civile, come previsto dall’art.1 comma 1 del d.P.C.M. del 23 luglio 2016; qualora queste non avvenissero nei termini e nei modi stabiliti dalla legge, non si potrà procedere alla celebrazione e la prenotazione del matrimonio o dell’unione civile decade automaticamente.

La domanda dovrà essere prodotta al Sindaco con registrazione di protocollo; ai richiedenti verrà successivamente trasmessa una comunicazione scritta di conferma della prenotazione entro 5 giorni  lavorativi dalla data della richiesta.

Giornate ed orari di celebrazione

Il matrimonio e l’unione civile civile, fermo restando la fascia giornaliera feriale dalle 8:30 alle 18:30 e nei giorni festivi dalle 8:30 alle 12:30 non può aver luogo nei seguenti giorni:

  1. 1 e 6 Gennaio
  2. La domenica di Pasqua e il giorno successivo (Lunedì dell’Angelo)
  3. 25 Aprile
  4. 1 e 16 Maggio (festa del Patrono)
  5. 2 Giugno
  6. 15 Agosto
  7. 25, 26 e 31 Dicembre
  8. Qualora le sale comunali siano occupate per iniziative mostre, convegni, ecc..
  9. I giorni festivi nel caso in cui nessuno dei richiedenti sia residente nel Comune di Mirandola al momento della richiesta di cui all’art.2.

Qualora la sala fosse prenotata in un giorno di quelli descritti al punto n.8, in considerazione che non è sempre possibile programmare in modo puntuale alcune iniziative, il matrimonio o l’unione civile sarà celebrato in altra sala idonea ed all’uopo predisposta a discrezione dell’Amministrazione Comunale.

Tra l’orario di celebrazione di un matrimonio o unione civile e quello successivo, devono trascorrere non meno di 90 minuti.

La precedenza nell’attribuzione delle sale per le celebrazioni, è stabilita secondo la data e l’orario di presentazione desumibili dalla registrazione di protocollo.

Organizzazione del servizio

L’Ufficio Comunale competente all’organizzazione della  celebrazione dei matrimoni o delle unioni civili è l’Ufficio di Stato Civile. La visita delle sale destinate alla celebrazione del  matrimonio o dell’unione civile, potrà essere effettuata da parte dei richiedenti previo appuntamento da stabilirsi con l'ufficio di Stato Civile, al fine di scongiurare eventuali coincidenze con altre attività già pianificate facenti parte del programma amministrativo.

La richiesta relativa all’uso della sala deve essere inoltrata all’Ufficio di Stato Civile del Comune da parte di uno dei due richiedenti.

L’Ufficio di Stato Civile, entro 5 giorni lavorativi dalla presentazione della domanda, sentito il Servizio di Segreteria Generale e la Segreteria del Sindaco, accorderà l’autorizzazione per l’utilizzo della sala, ovvero comunicherà nel modo o nella forma ritenuta più rapida le ragioni del mancato accoglimento della domanda.

La prenotazione della sala per la celebrazione del matrimonio e dell’unione civile non sarà tuttavia ritenuta perfezionata fino a quando i richiedenti non consegneranno la ricevuta di avvenuto pagamento all’Ufficio di Stato Civile, che dovrà avvenire entro sette giorni dalla data fissata per la cerimonia. 

Allestimento della sala

I richiedenti possono, a propria cura e spese, arricchire la sala con ulteriori arredi ed addobbi che al termine della cerimonia dovranno essere tempestivamente e integralmente rimossi, sempre a cura dei richiedenti.

La sala e i locali utilizzati dovranno quindi essere restituiti nelle medesime condizioni in cui sono stati concessi per la celebrazione; qualora nella medesima giornata fossero previste più celebrazioni, la sala e i locali dovranno essere restituiti nelle medesime condizioni in cui sono stati concessi entro l’ora d’inizio della cerimonia successiva.

Il Comune di Mirandola si intende sollevato da ogni responsabilità legata alla custodia degli arredi ed addobbi temporanei disposti dai richiedenti.

Prescrizioni per l'utilizzo

E’ vietato il lancio di riso, coriandoli, confetti ed altro materiale all’interno della sala utilizzata per la cerimonia e in tutti gli spazi della sede nella quale si svolge la cerimonia. Qualora venga trasgredita tale disposizione, sarà addebitato al soggetto richiedente la somma a titolo di contributo per le spese di pulizia aggiuntive.
Nel caso si verifichino danneggiamenti alle strutture concesse per la celebrazione del matrimonio, l’ammontare degli stessi, salvo identificazione del diretto responsabile, sarà addebitato al soggetto richiedente.

Formalità preliminari alla celebrazione

Nel giorno previsto per la celebrazione, per il regolare svolgimento della stessa dovranno essere presenti, oltre ai diretti interessati, due testimoni maggiorenni (1 per ciascuno dei contraenti), anche parenti, muniti di documento di identità in corso di validità.

Almeno 8 giorni prima della data prevista per la celebrazione, gli interessati dovranno consegnare presso l'ufficio di stato civile la fotocopia del documento di identità in corso di validità dei testimoni, e dichiarare il regime patrimoniale prescelto.

In caso, per motivi d’urgenza, di variazione dei testimoni e/o dell'interprete o della scelta del regime patrimoniale, gli sposi devono comunicare la variazione tassativamente entro le ore 12:00 del giorno precedente la celebrazione.

Costo del Servizio

Tariffa in orario di servizio dell’Ufficio di Stato Civile (almeno uno degli sposi o unici civilmente residente)
Sala Consigliare via Giolitti n.22Euro 100,00
Sala Giunta via Giolitti n.22Gratuito
Tariffa fuori orario di servizio dell’Ufficio di Stato Civile (almeno uno degli sposi o uniti civilmente residente)
Sala Consigliare via Giolitti n.22Euro 180,00
Sala Giunta via Giolitti n.22Euro 120,00

Entrambi gli sposi o uniti civilmente non residenti

Tariffa utilizzo sale comunali via Giolitti n.22 in orario di servizioEuro 180,00
Tariffa utilizzo sale comunali via Giolitti n.22 fuori orario di servizioEuro 250,00
Utilizzo per l’intrattenimento (sia in orario di servizio che fuori orario di servizio)
Sala Consigliare via Giolitti n.22Euro 200,00

Sala Giunta via Giolitti n.22

Euro 250,00

Il pagamento dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario alla Tesoreria comunale.

Nella causale di versamento dovrà essere specificato nell'ordine:

  1. l'Ufficio a cui è diretto l'importo versato: Ufficio di Stato Civile
  2. il motivo del versamento: utilizzo sale per celebrazione matrimonio o unione civile in data ...;
  3. il nominativo di chi ha effettuato il versamento, e se è persona diversa, almeno il nome e cognome di uno di questi.