Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

Decessi

L'Ufficiale di Stato Civile al momento del decesso riceve avviso dell'evento da persone informate dell'evento nei casi di decesso avvenuto in abitazione, o dalla Direzione Sanitaria dell'Ospedale o Casa di Cura nei casi di decesso ivi avvenuto. L'Ufficiale di Stato Civile provvede a rilasciare anche le autorizzazioni al trasporto e/o seppellimento (vedi Polizia Mortuaria).

Formazione atti di morte

L'Ufficio dello Stato Civile provvede a formare l'atto di morte relativo a tutte le persone decedute nel Comune. L'Ufficio trascrive gli atti di morte relativi ai residenti deceduti in altri Comuni oppure all'estero.

Ai sensi dell’art.72 del dpr 396/2000 la dichiarazione di morte deve essere fatta non oltre le 24 ore dal decesso all’ufficiale dello stato civile del luogo dove questa è avvenuta, su dichiarazione resa da uno dei congiunti, da una persona convivente con il defunto, da un loro delegato o, in mancanza, da persona informata del decesso, o tramite avviso del direttore, nel caso di decesso avvenuto in ospedale, casa di cura o di riposo, collegio o istituto.

La Circolare n.24 del 24 giugno 1993 del Ministero della Sanità ha precisato che anche le imprese delle pompe funebri rientrano tra i possibili “ delegati” a rendere la dichiarazione di morte.

L’atto di morte può essere formato anche immediatamente dopo il decesso, comunque entro le 24 ore dal decesso stesso, sulla scorta di un certificato del medico che sia intervenuto all’occorrenza o della scheda Istat, che - ai sensi dell’art.1, 9 comma, del dpr 285/1995 - ha esclusivamente finalità sanitaria, epidemiologica e statistica.

Rilascio certificati

I certificati relativi agli atti sopra descritti vengono rilasciati dall'Ufficio di Stato Civile nei modi esposti nella scheda "Certificati ed estratti"