Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

Ufficio Elettorale Centrale

Per i comuni con popolazione superiore ai 15 mila abitanti, è prevista la costituzione di un apposito organo (Ufficio Elettorale Centrale), ai fini della proclamazione del sindaco, di ripartizione dei seggi di consigliere tra le singole liste e di proclamazione dei consiglieri.

Entro 5 giorni dalla pubblicazione del manifesto di convocazione dei comizi elettorali, il presidente del Tribunale deve nominare l’Ufficio Elettorale Centrale, organo collegiale composto dal presidente del Tribunale o da un altro magistrato da lui delegato, da 6 elettori idonei all’ufficio di presidente di seggio elettorale ed iscritti nell’apposito albo, e da un cancelliere di tribunale con mansioni di segretario. Compito di tale organo è, al compimento delle operazioni di voto e scrutinio (per quei seggi elettorali che non fossero riusciti a comploetarli), la ripartizione dei seggi di consigliere comunale tra le singole liste e la proclamazione degli eletti[1].

Tra il 2° e il 3° giorno successivo al voto, l’Ufficio centrale deve riunirsi per riassumere i risultati delle varie sezioni e, qualora uno dei candidati abbia ottenuto la maggioranza assoluta dei voti validi, proclamare gli eletti[2]. Se nessun candidato alla carica di Sindaco abbia ottenuto la maggioranza assoluta dei voti validi, l’Ufficio individua i due candidati alla carica di Sindaco che abbiano ottenuto il maggior numero di voti validi e rinvia gli atti relativi alla proclamazione al termine dello scrutinio, che avrà luogo subito dopo la votazione del turno di ballottaggio[3].

Entro 3 giorni successivi alla chiusura delle operazioni di scrutinio da parte dei competenti uffici, una volta terminate le operazioni dell’Ufficio centrale, il Sindaco pubblica i risultati delle elezioni mediante affissione del relativo manifesto all’Albo pretorio, nei luoghi pubblici e li notifica agli eletti.[4].

Alle operazioni dell'Ufficio centrale possono assistere 2 rappresentanti di ogni lista che ha partecipato alla competizione elettorale.



[1]       Art.71, T.U. n.570/1960.

[2]       Art.72 T.U. n.570/1960; art.8 d.P.R. n.132/1993; art.72, c.4, d.Lgs. n.267/2000.

[3]       Art.8, d.P.R. n.132/1993; art.72, c.5, d.Lgs. n.267/2000.

[4]       Art.61, T.U. n.570/1960.