Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

Autentica di firma: quietanza liberatoria

Il Decreto Legge 70 del 13 maggio 2011 convertito nella Legge 12.07.2011 n. 106 ha introdotto all'art. 8 co. 3-bis la possibilità, anche per i funzionari del Comune, di autenticare le firme sulle quietanze liberatorie.

La quietanza liberatoria è un atto a forma vincolata mediante il quale il creditore, liberando il debitore, non si limita a dichiarare di aver ricevuto una data somma di denaro a fronte di un assegno sprovvisto di copertura, ma esprime una volontà ben precisa, volta a liberare il debitore dall'obbligazione contratta nei confronti del creditore. L'autenticazione di firma è l'attestazione, da parte di un pubblico ufficiale, che la firma è stata apposta in sua presenza, previo accertamento dell'identità della persona che firma.

Cosa occorre

Il soggetto che dichiara di aver ricevuto il pagamento, deve recarsi personalmente presso i nostri uffici munito della dichiarazione già compilata e di documento di identità in corso di validità

Costo