Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

Museo del biomedicale

Mobimed, la mostra permanente del biomedicale mirandolese è stata inaugurata, nel maggio del 2010, nello spettacolare scenario del Castello dei Pico a Mirandola.

Lo scopo di tale mostra era quello di conservare, valorizzare e diffondere la storia e le capacità creative e produttive del distretto. Il punto di partenza per far conoscere l’importanza del nostro territorio ad ospiti nazionali e internazionali e per far capire agli studenti di ogni ordine di scuola il valore produttivo-economico del comparto biomedicale mirandolese.

Dopo il sisma, che ha reso inagibile il Castello dei Pico, è stato trovato un nuovo locale agibile ed abbastanza grande da poter accogliere gran parte del materiale esposto nel castello.

La mostra è stata quindi re-inaugurata il 27 maggio del 2013 nei nuovi locali in via O. Focherini 17.

Nonostante la superficie inferiore rispetto a quella di origine, è stato possibile esporre la maggior parte del materiale originale. E’ stata installata, in più, una bellissima camera bianca di piccole dimensioni, con finalità educative.

All'ingresso un pannello spiega la cronologia della nascita di tutte le aziende dal 1962 fino al 2006.

La mostra è composta da una sezione “storica”, da una sezione “contemporanea” e da una saletta:

- Nella sezione “storica” sono esposti dispositivi medicali (disposable ed elettromedicali), foto, disegni e oggetti vari, di aziende locali, relativi ad un periodo di circa 50 anni. Tutte le didascalie sono in italiano ed inglese. Molti dei “pezzi” esposti sono unici, come il primo rene artificiale prodotto in Italia o il disegno a china, in scala 1:1, di un preparatore automatico per la dialisi prodotto dalla Dasco.

- Nella sezione “contemporanea” sono in mostra i prodotti/servizi attuali di alcune aziende locali, o strettamente collegate al comparto medicale. Essi sono esposti in piccoli stand o pannelli. Attualmente le aziende sono: Baxter, BBraun, Bellco/Medtronic, Eurosets, Fresenius, Lean, Rimos, Livanova, Sidam, Sterigenics, Tecna, oltre ad Assobiomedica, HMC.

- Nella saletta il museo organizza presentazioni e corsi per gli alunni delle scuole del luogo, al fine di offrire una formazione di base sulle varie tecnologie e per stimolarli alla conoscenza ed all'innovazione dei prodotti.

 

Per informazioni: Ing. Paolo Poggioli 335.377408