Accedi al contenuto della pagina Accedi all'albero di navigazione del sito

Sale giochi e videogiochi

Si tratta di attività che prevedono l'installazione soltanto di biliardi, apparecchi newslot e apparecchi o giochi meccanici senza vincita in denaro.

Si tratta di attività sottoposte all'applicazione:
- del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (R.D. 18/6/1931 n. 773  e successive modificazioni - TULPS), con particolare riferimento agli articoli 86 e 110,
- al regolamento di esecuzione del TULPS (R.D. 6/5/1940 n. 635),
- ad uno specifico regolamento comunale.

Tutte le informazioni sul numero degli apparecchi installabili presso attività economiche e sulla necessità o meno di presentare un'apposita SCIA al Comune, sono riportate nella tabella "numero massimo videogiochi installabili presso attività economiche" riportata in allegato .Tutte le volte che si installa un apparecchio che consente la vincita di denaro deve essere installato anche un altro apparecchio che NON consente la vincita di denaro. TUTTE LE VOLTE CHE IN UN LOCALE SI EFFETTUANO GIOCHI O SI INSTALLANO APPARECCHI DA GIOCO deve essere ritirata presso il Servizio Interventi Economici la tabella relativa ai giochi proibiti/vietati che deve essere esposta in modo visibile all’interno dei locali.

ATTENZIONE: introdotte le distanze dai "luoghi sensibili"

La regione Emilia Romagna con la legge regionale n.5/2013 e successive modificazioni, ha previstoall'art. 6:

" ... comma 2-bis.  Sono vietati l'esercizio delle sale da gioco e delle sale scommesse, di cui agli articoli 1, comma 2, e 6, comma 3-ter, della presente legge, nonché la nuova installazione di apparecchi per il gioco d'azzardo lecito di cui all'articolo 110, comma 6, del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773 (Approvazione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza), in locali che si trovino a una distanza inferiore a cinquecento metri, calcolati secondo il percorso pedonale più breve, dai seguenti luoghi sensibili: gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, i luoghi di culto, impianti sportivi, strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o sociosanitario, strutture ricettive per categorie protette, luoghi di aggregazione giovanile e oratori.

comma 2-ter.  Sono equiparati alla nuova installazione:

a)  il rinnovo del contratto stipulato tra esercente e concessionario per l'utilizzo degli apparecchi;

b)  la stipulazione di un nuovo contratto, anche con un differente concessionario, nel caso di rescissione o risoluzione del contratto in essere;

c)  l'installazione dell'apparecchio in altro locale in caso di trasferimento della sede dell'attività.

comma 2-quater.  I Comuni possono individuare altri luoghi sensibili ai quali si applicano le disposizioni di cui al comma 2-bis, tenuto conto dell'impatto dell'installazione degli apparecchi sul contesto e sulla sicurezza urbana, nonché dei problemi connessi con la viabilità, l'inquinamento acustico e il disturbo della quiete pubblica. ..."

La delibera di Giunta Regionale n. 831 del 12/06/2017 ha definito le modalità applicative del divieto alle sale gioco e alle sale scommesse e alla nuova installazione di apparecchi per il gioco d'azzardo lecito

modulistica

La nuova costruzione e gli interventi edilizi di recupero delle sale da gioco, nonché il mutamento di destinazione d'uso, con o senza opere, da qualunque funzione a quella di sala da gioco, sono subordinati al rilascio del permesso di costruire.

Per le procedure relative agli atti abilitativi necessari per l'esercizio dell'attività, compresi cessazioni, subingressi e trasformazioni, occorre utilizzare il portale SUAPER - Emilia Romagna, costantemente aggiornato dalla Regione, all'indirizzo:  http://suaper.lepida.it/people/

 Norme di riferimento :

Tabella numero massimo degli apparecchi da gioco installabili presso attività economiche

ORDINANZA ORARI DI APERTURA E CHIUSURE DELLE SALE GIOCHI